E’ per venerdì 12 maggio 2017, ore 17.30 presso la sala convegni del CE.DI.DO. (Centro diocesano di documentazione per la storia e la cultura religiosa) di Viterbo presso Palazzo dei Papi, il nuovo appuntamento con la cultura promossa da ARCHEOTUSCIA in collaborazione con la nostra Associazione con la conferenza “La storia di una fanciulla: Santa Rosa da Viterbo“.

Giovane, fragile, ma nello stesso tempo forte nelle sue convinzioni e nell’amore per Cristo, Rosa simboleggia la reazione autentica degli ultimi verso un mondo segnato dall’ingiustizia e dai supprusi quale era quello della metà del ‘200 all’interno di una cornice di dispute tra Guelfi e Ghibellini.

Era il 27 maggio 1984 quando Papa Giovanni Paolo II, nel corso dell’omelia tenuta durante la visita pastorale a Viterbo, 27 maggio 1984, dipinse la venerata fanciulla con queste parole: “Quale grande risposta d’amore troviamo in quella meravigliosa giovinetta che fu la vostra santa Rosa! Essa, pur nella mutazione dei tempi, si presenta ancor oggi come modello per le ragazze e per le giovani, invitandole a comprendere a fondo, nella loro vita, l’assoluto di Dio in una piena donazione d’amore al di là di ogni rispetto umano! ».

Dunque, quella di Rosa è una vita che ci porta a non poche riflessioni, in un momento storico come questo caratterizzato da molte piu’ ombre che luci.

Per questo merita di essere conosciuta meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *