Anche Soriano, con le visite ai giardini e al Palazzo dei Chigi Albani, sarà protagonista il 28 aprile p.v. nel corso della riedizione di primavera delle aperture straordinarie delle cc.dd dimore storiche laziali.

Dal 25 al 28 aprile, infatti, si potranno visitare in tutto il Lazio ben 80 siti nelle 5 province  della Regione. Dopo il grande successo della prima giornata di apertura delle dimore storiche del Lazio dell’ottobre scorso, che ha accolto più di 10.000 visitatori, la Regione Lazio ha ideato una nuova iniziativa per dare a tutti l’opportunità di visitare l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi di grande fascino e incanto.

L’iniziativa, cui parteciperà anche il Comune di Soriano, con la nostra Associazione a dare supporto, è realizzata unitamente a Lazio Innova con la collaborazione di ATCL – Associazione Teatrale fra i comuni del Lazio, ARSIAL – Azienda Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio, Agro Camera, I.R.Vi.T. – Istituto Regionale Ville Tuscolane, Associazione Dimore Storiche Italiane e Associazione Parchi e Giardini d’Italia.

La “Rete delle dimore storiche del Lazio” è stata costituita nel 2017 in applicazione della Legge regionale n. 8 del 2016. Ai 109 siti pubblici e privati selezionati attraverso il primo avviso pubblico, si sono aggiunti quest’anno 21 nuovi luoghi per un totale di 130 tra castelli e complessi architettonici, monasteri, chiese e conventi, palazzi e dimore storiche, parchi e casali.

Per consultare l’elenco e avere info complete basta visitare il sito www.retedimorestorichelazio.it.

Telefonare al numero dedicato 06 32810961 (lun-ven ore 9 -18; sab ore 9 -13; gio 25 e ven 26 aprile ore 9 – 13; chiuso 14, 21, 22 aprile).

Ciascun visitatore  può prenotare al massimo 4 ingressi per ogni luogo. Per effettuare le visite è necessario rispettare tassativamente orario e condizioni che saranno comunicati al momento della prenotazione.